Roberto Fornasiero

Sono da sempre convinto che proporsi per la guida di un paese significhi essere disposti a impegnarsi in prima persona per raggiungere obiettivi nei quali si crede, dare fondo alle proprie energie e capacità per realizzare progetti e interventi in favore della collettività.

Amministrare è dunque una questione di idee valide e di persone capaci di realizzarle.

In questo Programma Elettorale troverete le idee che Progetto per Fino, la lista civica che mi supporta come Candidato Sindaco di Fino Mornasco, intende realizzare nei prossimi 5 anni. Non vi proponiamo un “libro dei sogni”, bensì progetti concreti, tecnicamente realizzabili e economicamente sostenibili, ideati da persone che ben conoscono la realtà del nostro paese, avendolo amministrato, e da altre che si affacciano per la prima volta sulla scena amministrativa, portando entusiasmo e nuove proposte.

Desideriamo dunque spiegarvi cosa vogliamo realizzare, ma soprattutto farvi capire chi siamo e cosa ci spinge a “metterci la faccia”.


Ho sempre considerato la mia attività in qualità di Assessore di Fino Mornasco, ruolo che ricopro dal 2015, come un vero e proprio lavoro, da affrontare con competenza, razionalità, determinazione e passione.
I miei genitori, che mi hanno trasmesso il senso del dovere, dell’educazione e del rispetto nei confronti degli altri e delle cose degli altri, mi hanno insegnato che non esistono scappatoie nella vita e i risultati si raggiungono in un solo modo: “rimboccandosi le maniche” e lavorando sodo.

Ho cercato di far tesoro di questi insegnamenti, dapprima nello sport, mia grande passione, quando mi allenavo per migliorare innanzitutto me stesso, poi all’università, conclusa con la Laurea in Scienze e Tecnologie dell’Informazione, ottenuta a 22 anni quando già lavoravo da 2, per non gravare troppo sulle spalle dei miei. Nel mondo del lavoro ho trovato una piena realizzazione e amo la mia professione, tecnico informatico, ruolo che mi impone di trovare soluzioni laddove molti vedono problemi, confrontandomi quotidianamente con una realtà in continua evoluzione.

Dalla mia famiglia ho ereditato, inoltre, un grande attaccamento a Fino Mornasco, così come fu per mio nonno, Carlo Guffanti, “ul fioeu de la Sfriza” per chi ha memoria della Fino di un tempo: Sindaco nei primi anni Settanta, si spese per la costruzione dell’asilo nido, si dedicò alla Raimondi Mantica e alla Casa di riposo di Lomazzo, visse sempre accanto ai “suoi” Alpini. Fu una persona perbene, e un esempio da seguire.

Fino Mornasco è anche il luogo in cui abbiamo scelto, mia moglie e io, di far crescere i nostri due figli, poiché riteniamo che il nostro sia un paese nel quale è garantita una buona qualità della vita, grazie ai servizi e alle strutture che offre, alle tante persone che si spendono per la collettività, alle molteplici potenzialità da sviluppare. Nonostante ciò, sono consapevole che Fino non è immune da difetti, da problemi anche strutturali, molti dei quali ereditati da scelte del passato.

Oggi, a 38 anni, conoscendo pregi e difetti del paese in cui da sempre vivo, mi propongo come Sindaco di Fino Mornasco, pronto a impegnare tutte le mie energie per valorizzare i primi e dare il mio contributo per limare e risolvere i secondi.

So bene che si tratta di una grande responsabilità e di un compito assai complesso, ma intendo affrontarlo con la determinazione e il senso del dovere con cui ho sempre affrontato le sfide della vita, consapevole che non sarò da solo in questo compito, ma con me ci sarà un gruppo coeso, formato da donne e uomini capaci e ugualmente motivati, animati dall’unico interesse di dare il proprio contributo per migliorare il paese in cui vivono.
Nella speranza che vogliate riporre in noi la vostra fiducia, dedichiamo a Fino Mornasco il nostro Programma Elettorale, scritto da finesi per i finesi.

Leggi il Curriculum