PROGRAMMA ELETTORALE

1. Il nostro progetto per il Territorio.

Il Territorio è una risorsa vitale per la comunità che la abita, limitata e non rinnovabile, da rispettare e tutelare.

La nostra idea di salvaguardia del Territorio è chiara e si attua anche attraverso strumenti urbanistici altrettanto chiari; rinnoveremo il Piano di Governo del Territorio perseguendo i principi:

  • no alle speculazioni;
  • no al consumo di suolo;
  • sì al recupero delle aree urbane dismesse;
  • sì a progetti di valorizzazione della mobilità sostenibile (piste ciclabili, percorsi pedonali, mobilità elettrica, car-sharing).

Favoriremo le ristrutturazioni rispetto alle nuove costruzioni, incentivando progetti volti al recupero e alla sostituzione del patrimonio edilizio più vetusto, contrastando in questo modo il degrado urbano, quale concausa di problemi di sicurezza e vivibilità.

Le scelte fatte in ambito urbanistico non hanno determinato consumo di suolo, come nel caso dell’insediamento del supermercato Esselunga, i cui oneri di urbanizzazione saranno utilizzati per migliorare la qualità della vita a Fino Mornasco e rilanciare lo spirito di comunità, con la realizzazione del nostro progetto di riqualificazione del centro, che prevede:

  • più spazio e sicurezza per pedoni e biciclette;
  • più posti auto per gli esercizi commerciali, grazie al nuovo parcheggio;
  • fluidificazione del traffico, ma a velocità ridotta (30 km/h);
  • meno inquinamento e meno rumore;
  • disponibilità di luoghi per incontro e socializzazione.

Il Comune di Fino compartecipa al bilancio provinciale con oltre 400 mila Euro all’anno derivanti dai contributi dei lavoratori frontalieri: continueremo la nostra battaglia per ottenere una gestione diretta dei ristorni. Intendiamo utilizzare tali risorse per mettere in sicurezza l’attraversamento pedonale di Val Mulini e realizzare il collegamento pedonale della Pazzea, studiando la soluzione più idonea con la Provincia di Como, ente proprietario della strada.

Effettueremo inoltre interventi per rallentare la velocità e mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali in alcune zone critiche delle frazioni, come, ad esempio, nelle vie Indipendenza, Regina e Don Angelo Sassi a Socco.  



FinoVia: rotatorie in Piazza della Tessitura e Piazza Odescalchi, nuovo parcheggio

Rilanceremo il commercio e le attività produttive, introducendo agevolazioni fiscali per chi avvierà attività sul territorio e per proprietari di immobili commerciali o produttivi, se garantiranno affitti calmierati.

Coerentemente con la nostra posizione contro il gioco d’azzardo, dal beneficio saranno escluse le sale gioco, scommesse e simili, oltre ad ogni locale che detenga slot-machine.

Riattiveremo la “Consulta per il commercio e le attività produttive”, per raccogliere proposte e iniziative di rilancio del settore, vitale per lo sviluppo occupazionale e i servizi offerti. Coerentemente con le nuove disposizioni normative, ma sempre fedeli ai principi di trasparenza e imparzialità, valorizzeremo le imprese del territorio di comprovata affidabilità, quali affidatari degli appalti pubblici.

Inoltre, istituiremo un mercato agricolo dedicato ai coltivatori locali e ai prodotti a kilometro zero e rinnoveremo gli orti urbani, che favoriscono l’attività all’aperto e la socializzazione.

A partire dal 2018, circa un terzo del territorio comunale è parte del Parco Regionale delle Groane, che preserverà il polmone verde di Valle Mulini. Il nostro Assessorato all’Ambiente ha promosso la progettazione di una rete di sentieri nei boschi finesi, in collaborazione con i comuni limitrofi e il Parco stesso. Nel corso del 2019 realizzeremo le opere progettate e ci impegneremo per far nascere gruppi di cammino, per riscoprire il piacere di stare all’aria aperta nel patrimonio di natura e storia del nostro territorio.



Rete sentieristica in Valle Mulini

2. Manutenzioni e decoro: la salvaguardia dei beni pubblici.

Nonostante le difficoltà vissute dal Comune dopo lo scoppio della crisi economica e i drastici tagli dei trasferimenti statali, abbiamo lavorato duramente per reperire le risorse necessarie al mantenimento dei servizi e del patrimonio comunale, senza aumentare le imposte. Nel contempo, siamo riusciti a diminuire drasticamente il debito del nostro Comune.

Grazie ad un rigoroso controllo della spesa, alla programmazione degli interventi, alla capacità di accedere a finanziamenti erogati da Stato e Regione, potremo mantenere alti gli investimenti nelle manutenzioni.

Le segnalazioni dei residenti favoriscono interventi efficaci e incremento del decoro: abbiamo creato canali di comunicazione semplici e moderni, che permettono a tutti i finesi di chiedere l’intervento del Comune per guasti o disservizi, tramite l’apposita sezione del sito Internet, la App gratuita “Fino Mornasco Smart”, telefonando all’Ufficio Relazioni con il Pubblico.

Ringraziamo tutti i finesi che hanno utilizzato questi strumenti, fornendo una preziosa collaborazione per il bene di Fino Mornasco.

Il nuovo servizio di gestione dei rifiuti è un esempio di razionalizzazione della spesa: abbiamo diminuito i costi e ridotto la tassa sui rifiuti del 20% per tutti i finesi, migliorando al contempo la pulizia dei luoghi pubblici e la raccolta differenziata, indispensabile per garantire un futuro sostenibile al territorio e alle prossime generazioni.



Andamento della raccolta differenziata a Fino Mornasco

Ci poniamo l’obiettivo del 65% di differenziazione della raccolta dei rifiuti, traguardo che Regione Lombardia imporrà dal 2021 e che i finesi sono ormai prossimi a raggiungere grazie a impegno e sensibilità verso l’ambiente.

L’impiego di foto-trappole, utilizzate dalla Polizia Locale a partire dal 2018, ha permesso di sanzionare chi sporca e inquina: continueremo in questa direzione consci che la maleducazione di pochi non deve sopraffare il senso civico della maggior parte dei finesi.


3. Sicurezza e legalità nella vita di tutti i giorni.

La sicurezza è elemento essenziale della vita quotidiana. Investiremo sul potenziamento della video-sorveglianza nei quartieri non ancora coperti dal servizio, attueremo il progetto di riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica che ingloba sistemi tecnologici al servizio della sicurezza, saremo promotori di gruppi di controllo del vicinato, consapevoli che la collaborazione tra cittadini e amministrazione è fondamentale per il costante presidio del territorio.

La cultura della legalità è alla base della convivenza civile e su di essa abbiamo basato la nostra azione amministrativa, improntandola ai principi di trasparenza e partecipazione, con azioni concrete come l’apertura dei lavori del Consiglio Comunale alla diretta streaming o il confronto annuale nell’assemblea pubblica.    

Le iniziative in favore della legalità richiedono impegno e sforzi concreti, come quelli che hanno portato l’Amministrazione, nel luglio 2017, a inaugurare una casa di accoglienza per padri separati, realizzata ristrutturando un immobile di Socco confiscato alla criminalità organizzata.

Proseguiremo in questo impegno, ristrutturando l’altro immobile comunale confiscato alla mafia, un rustico di Valle Mulini che trasformeremo in sede distaccata del Parco delle Groane e centro per l’educazione ambientale.



Ristrutturazione dell’immobile confiscato a Valle Mulini, progetto di Sala Civica

L’edificio sarà dotato di una sala civica polivalente a disposizione dei finesi, sorge nel centro di Val Mulini e nelle immediate vicinanze di Andrate.


4. Politiche sociali e progetti dedicati alla persona.

Il nostro impegno in favore delle fasce più deboli della popolazione, anche nei periodi di maggiori difficoltà economiche, è sempre stato ben al di sopra della media nazionale, per comuni di pari dimensioni (fonte openbilanci.it).  Proseguiremo in questo sforzo per essere sempre accanto alle persone in difficoltà, garantendo aiuti e sostegni concreti. 

La spesa del Comune in ambito sociale riguarda:

  • gestione dell’asilo nido,
  • anziani,
  • persone diversamente abili,
  • tutela dei minori,
  • inserimento lavorativo,
  • sussidi a soggetti in difficoltà;


Andamento della spesa in ambito sociale a Fino Mornasco

Promuoveremo la creazione di realtà abitative pensate prevalentemente per le esigenze degli anziani. All’incirca un quarto delle famiglie finesi è monocomponente, spesso sono persone anziane che vivono da sole.

Vogliamo favorire la realizzazione di miniappartamenti:

  • progettati a misura per gli anziani,
  • privi di barriere architettoniche,
  • dotati di spazi dedicati alla socializzazione,
  • forniti di supporto medico e pratico alla vita di tutti i giorni.

Le nuove realtà sono finalizzate al contrasto della solitudine e al miglioramento della condizione di vita di chi è ancora in autonomia. Possono essere realizzate sfruttando le numerose case sfitte o ristrutturando gli immobili più vetusti: per raggiungere l’obiettivo, il Comune promuoverà collaborazioni pubblico – privato, attraverso esenzioni o riduzioni di oneri e imposte.

Istituiremo, in collaborazione con gli esercenti, un servizio di trasporto a prezzi calmierati, per far fronte, specie nelle frazioni, all’assenza di negozi e alla conseguente domanda di spostamento per la spesa quotidiana.

Riconosciamo il ruolo fondante della famiglia nel contesto sociale, siamo pertanto pronti a rendere la famiglia un soggetto attivo nella vita politica del paese, creando una apposita consulta che sia in grado di proporre iniziative e progetti cooperando con l’Amministrazione comunale. In concreto, proporremo interventi in aiuto delle famiglie con più figli, come la creazione di “iniziative famiglia” pensati per i servizi quali la refezione e il trasporto scolastico, potenziando l’impegno del Comune affinché la natalità non si traduca in svantaggio economico ma sia indispensabile risorsa per la collettività.

Il Parco comunale è il luogo ideale per organizzare eventi a carattere culturale e ricreativo, grazie al miglioramento della condizione economica del comune, intendiamo promuovere nuove iniziative in questo meraviglioso contesto.

Rivitalizzeremo il Polo Civico di Socco, affidandone la gestione alle associazioni che intendono promuovere attività sociali e di interesse per la comunità. La struttura è stata sottoutilizzata per anni, ma grazie all’entusiasmo e l’energia dei volontari, unita alle risorse che il Comune metterà a disposizione per mantenerla sempre funzionale, diventerà una realtà viva e dinamica.

Continueremo a collaborare e sostenere le molteplici associazioni del territorio: a Fino Mornasco sono centinaia le persone che operano per il bene della comunità, nell’ambito del volontariato, dello sport, della cultura, della musica, del teatro, dell’educazione, della tutela della famiglia o dell’ambiente. Con la promessa che il Comune sosterrà il loro prezioso impegno, li ringraziamo per la loro cooperazione alla costruzione della comunità solidale.


5. Le nostre proposte per Scuola e Sport.

La scuola è la prima istituzione pubblica di cui fruisce il bambino-cittadino e anche da questo incontro passa la consapevolezza di esser parte attiva della comunità civile. Nel nostro territorio sono presenti ben 7 edifici scolastici comunali, cui si aggiunge la “Raimondi Mantica” convenzionata con il Comune: un patrimonio fondamentale di servizi e al contempo un onere importante per l’Amministrazione.

Miglioreremo le strutture scolastiche e le dotazioni didattiche, per garantire luoghi accoglienti e funzionali, capaci di soddisfare le esigenze di bambini, ragazzi e insegnanti.

Costruiremo una nuova mensa per la Scuola Primaria Guglielmo Marconi di via Trento, reperendo le necessarie risorse nel bilancio comunale e accedendo a cofinanziamenti regionali.

Estenderemo gli orari di apertura della sala lettura della Biblioteca Comunale, avvalendoci dell’ausilio di volontari, per dare ai giovani studenti un luogo confortevole e funzionale in cui ritrovarsi, dotato di connessione a Internet, servizi e zona ristoro.

Rilanceremo il Piedibus, disponendo risorse per migliorarne i percorsi e la gestione. Questo servizio, consolidato in molti comuni, è un aiuto alle famiglie, occasione di incontro e socializzazione, riduce il traffico in prossimità delle scuole ed è un salubre esercizio fisico quotidiano.

Incentiveremo le pratiche sportive, potenziando le strutture e cooperando con le numerose associazioni sportive finesi, nella consapevolezza della fondamentale funzione educatrice dello Sport.

Procedendo per gradi e con la necessaria programmazione, lavoreremo alla creazione di un polo sportivo nell’area verde della scuola secondaria e del palazzetto: un campus rivolto alla formazione, didattica e preparazione allo sport, nella consapevolezza che Fino già gode di eccellenze, arrivate alle Olimpiadi, che si sono allenate nel nostro paese.

Le strutture che realizzeremo saranno funzionali a:

  • attività didattiche
  • attività pomeridiane per i ragazzi della scuola secondaria
  • campo estivo per bambini e ragazzi
  • lo sport per tutti nelle ore serali


Campus sportivo nell’area della scuola secondaria e del palazzetto

Disponendo di strutture funzionali, ci faremo promotori dell’inserimento delle pratiche sportive nelle scuole, con progetti sia territoriali che nazionali, che favoriscano lo sviluppo e la pratica delle varie attività.

Istituiremo partenariati in ambito sportivo facendo rete con Enti e Federazioni nazionali, promuoveremo rapporti di collaborazione sportiva per sensibilizzare la collettività sulle tematiche riguardanti lo sport per portatori di disabilità.


6. L’impegno in favore delle Pari Opportunità di genere.

Grazie al lavoro dei nostri amministratori, della Consulta per le Pari Opportunità di genere e con la collaborazione di tante donne finesi, il Comune si è fatto promotore di importanti iniziative in materia, come la pubblicazione “Le  finesi si raccontano”, giunta nel 2019 alla sua seconda edizione e accolta con grande favore e entusiasmo.



“Le finesi si raccontano”

Ringraziamo tutte le donne che hanno dato il loro prezioso contributo.

Porteremo avanti l’impegno sulle Pari Opportunità di genere, proponendo la creazione di un Tavolo comunale per le politiche di genere, che sia di supporto all’attività dell’Amministrazione e alla Consulta, già molto attiva nel nostro Comune nel favorire la piena integrazione delle donne nella vita politica, economica, sociale e culturale del paese.

Favoriremo il tele-lavoro, aumentando le zone di Fino Mornasco coperte da connessioni Internet gratuite e istituendo un ufficio dedicato, aperto a tutti, fruibile durante il giorno e dotato di servizi di base. Grazie alle nuove tecnologie, è possibile il lavoro a distanza, o l’alternanza ufficio – lavoro a casa.

Questo nuovo scenario è di grande aiuto per chi deve conciliare le esigenze professionali con quelle della famiglia, nella gestione dei figli o di parenti anziani, soprattutto per le donne, la cui partecipazione al mondo del lavoro è sovente connessa ai carichi familiari. Spesso però le mura domestiche non sono l’ideale per lavorare, per questo motivo vogliamo allestire un “ufficio a km 0”, a disposizione dei finesi che ne hanno necessità.